Quartiere Costa - Saragozza

Quartiere Costa - Saragozza

Il quartiere Costa / Saragozza è  ubicato a ridosso del centro di Bologna ed occupa l’intero territorio che va dal centro storico fino al confine con il vicino comune di Casalecchio di Reno.
La sua grande estensione territoriale fa sì che al suo interno vi siano zone morfologicamente diverse. Oltre alla presenza di fiumi importanti quali il Reno, bisogna sottolineare l’alta densità abitativa del quartiere che si unisce all’ambiente verde e tranquillizzante rappresentato dalle colline bolognesi.
La via Saragozza inizia dentro porta (qui si protende per qualche centinaio di metri e dove si possono ammirare una serie di importanti palazzi e monumenti storici) per poi proseguire fuori porta dove sviluppa  maggiormente il suo territorio ed abbraccia, fino a via Andrea Costa, tante abitazioni e tante aree verdi.
La zona Costa - Saragozza presenta insediamenti molto antichi: alcuni resti ci parlano addirittura di popolazioni preistoriche. Lungo via Andrea Costa e presso la Certosa sono state rinvenute vaste necropoli etrusche, infine, in via Saragozza dentro porta, nei pressi di palazzo Albergati, sono state individuate le terme di età romana.
E’ stato anche appurato che in passato (intorno all’anno 1000) molte comunità religiose trovarono rifugio all’interno delle campagne di questo territorio che si presentava all’epoca molto fertile ed accogliente. Risale al 1100 l’inizio dell’opera di costruzione del famoso portico che, partendo proprio da via Saragozza ed inerpicandosi lungo il colle della Guardia, conduce al santuario di San Luca, simbolo religioso della città di Bologna.  
La fascia collinare che si sviluppa nel territorio di Costa Saragozza, è contraddistinta da panorami mozzafiato e da ville signorili che scandiscono il cammino fino a giungere in cima a San Luca mentre, la zona più pianeggiante verso Andrea Costa vede insediamenti di tipo civile riconducibili ad una edilizia tipica degli anni ’60.
Lungo via laterali e silenziose si possono ammirare notevoli ville di stile liberty bolognesi realizzate agli inizi del secolo, anche queste molto desiderate sul mercato immobiliare.
Sono pochi, invece, gli interventi di edilizia pubblica all’interno del quartiere Costa – Saragozza. Uno importante per dimensioni, è stato realizzato nei pressi dello stadio durante ventennio fascista.
Risalgono sempre agli anni del ventennio fascista gli impianti sportivi presenti in zona e nello specifico, la costruzione dello stadio cittadino e della famosa torre di Maratona che fa parte del più ampio complesso del Littorale.  
Per quanto riguarda le aree verdi, il quartiere Costa – Saragozza non gode solamente delle proprie dolci colline, ma può usufruire liberamente dei bellissimi parchi che circondano le ville più famose della zona come Villa Spada e Villa delle Rose.
Accennando al mercato immobiliare, bisogna distinguere tre le due zone: Costa e Saragozza. Sono molto belle tutte le laterali che collegano le due via ma, la zona di Saragozza mostra una qualità delle costruzioni ed una atmosfera più apprezzata rispetto alla zona Costa. Il mercato, comunque in entrambe le zone, ha valori più alti rispetto agli altri quartieri cittadini ubicati fuori porta.
La prima parte di Via Saragozza e tutta la parte pedecollinare sono interessate dalla presenza di eleganti condomini e di ville circondate da ampi giardini. Tutta questa zona è caratterizzata dal bel porticato che dalla via principale si estende fino al santuario di San Luca.
La parte pianeggiante del quartiere, invece, si identifica per la sperimentazione della “città giardino” ed evidenzia una particolare attenzione alla progettazione urbanistica ed alla qualità delle costruzioni.
Infine, la zona residenziale di Andrea Costa presenta edifici costruiti tra gli anni ’30 e ’70 con qualche piccola eccezione di costruzioni più recenti.
Per quanto riguarda il mercato commerciale, la parte verso la via Saragozza non è molto interessante per le attività di vendita mentre l’interesse aumenta scendendo verso Via Andrea Costa.