Palazzo Poggi

Palazzo Poggi

Questo palazzo, oggi una delle sedi dell’Università, si trova al centro della zona universitaria e fu costruito nel 1549 per conto dei fratelli Poggi.
La famiglia Poggi, fu molto importante in passato in quanto intrattenevano i rapporti con l’Impero per conto dello Stato pontificio e, per affermare l’importanza del ruolo ricoperto, decise di costruire un palazzo degno di nota.
La sua costruzione fu molto lunga (nel 1556 non era ancora terminato) perché si pensò anche molto alla progettazione delle sale interne, dei cortili e degli affreschi che ricoprono molti soffitti.
Palazzo Poggi, quindi, nasceva come splendida dimora nobiliare ma, agli inizi del 1700, il palazzo fu acquistato dal Senato dello stato che lo adibì ad “Istituto Generale delle Scienze”, corpo accademico creato appositamente per ridar lustro all’università cittadina che, ai quei tempi, stava vivendo un momento di declino.
Al 1712 ed al 1725 risalgono la costruzione della torre del palazzo, che doveva svolgere il ruolo di osservatorio astronomico, e la biblioteca a servizio degli studenti.
L’importanza culturale ed universitaria che Palazzo Poggi ricopriva in città, fu riconosciuta anche da Napoleone il quale, durante la sua occupazione, non solo ampliò la biblioteca ma, elevò palazzo Poggi attribuendo il grado di “Università statale” all’università di Bologna, affermandola maggiormente sul territorio nazionale ed europeo.
Oggi il palazzo è sede del rettorato dell’Università, degli uffici amministrativi, della biblioteca centrale e dell’accademia delle Scienze.